Ermanno è direttore artistico e designer dell’azienda dal 1924. Molte delle sue opere sono state esposte alla Biennale di Venezia nelle edizioni che vanno dal 1930 al 1964 oltre ad essere esposte a numerose altre esposizioni e mostre nazionali ed internazionali. 

Alcuni tra i più bei vasi in murrina Fratelli Toso sono stati disegnati da Ermanno: i “Kiku”, i “Redentore”, i “Foglie”, i “Nerox” e i “Petoni”.

Nella prima parte della sua carriera Ermanno crea linee di vasi totalmente a murrine tradizionali, lavorazione in cui la Fratelli Toso si è sempre distinta. Successivamente si impegna nella ricerca di un design nuovo, più colorato e moderno: le murrine tradizionali vengono stravolte nei colori e nella forma.

Dopo la morte di suo cugino Michele nel 1946 (padre di Arnoldo Toso) Ermanno dovette prendere il suo posto quale direttore commerciale dovendo parzialmente accantonare il suo ruolo di direttore artistico: ingaggiò quindi Pollio Perelda come nuovo disegnatore.